Incentivare il mercato del mattone: ipotesi e soluzioni

L’Unione Europea non ha un ruolo diretto nella imposizione fiscale e nella tassazione delle aliquote delle imposte. E’ una competenza esclusiva degli stati membri.

Gli stati membri possono, naturalmente, introdurre misure nell’ambito della tassazione, ma solo se sono tutti d’accordo (unanimitè).

Attualmente c’è una discussione su due proposte legislative che riguardano le cosiddette digitax e webtax. Si punta ad un adeguamento del sistema di tassazione veso una nuova economia digitale,  con nuovi metodi di fare attività commerciale.

Accordi bilaterali tra stati membri possono però essere stipulati, nel 2009 il Parlamento Portoghese ha deliberato un accordo con l’Agenzia delle entrate italiana che stabilisce, per la durata di 10 anni, il rimborso della tassazione Irpef sull’assegno pensionistico Inps ai cittadini, pensionati italiani, che vanno a vivere e prendano la residenza fiscale in Portogallo.

I Neo residentHabitual, cittadini sono  italiani che risiedono abitualmente in Portogallo, (non necessariamente 12 mesi su 12) a cui viene riconosciuto questo particolare regime fiscale usufruiscono di tutti i servizi in Portogallo e possono la TEAM, tessera europea assicurazione malattia , che permette di curarsi in quasi tutti i paesi dell’Unione.

Il boom che si è verificato di questi particolari immigratiha provocato un rialzo del Pil portoghese ed una grande risoluzione della crisi immobiliare che incombeva in quel momento soprattutto in zone a vocazione turistica nel solo periodo di luglio agosto es, L’Algarve. I paesi si sono rianimati e i consumi hanno agevolato molto la piccola economia locale in grave sofferenza.

Grave è la crisi immobiliare, figlia della crisi economica non ancora scongiurata, nel sud del nostro Paese.

Soluzioni che incentivino i cittadini del Nord Europa a trascorrere un periodo prolungato, non della sola vacanza mordi e fuggi di una settimana o due, per esempio agevolazioni per affitto o acquisto immobiliare, favorirebbero l’economia di zone del Mezzoggiorno, che altrimenti andrebbero incontro ad uno stato di totale abbandono. Basti pensare alle condizioni climatiche che ci sono in Calabria Puglia e Basilicata, così favorevoli e terapeutiche per persone non più giovani rispetto a climi freddi e umidi, al costo della vita non paragonabile alle grandi città nordiche.

Oggi l’offerta del mercato immobiliare italiano verso gli stranieri è limitata ad alcune zone in cui gli amministratori si sono prodigati ma è rivolta soltanto ad una classe di persone molto abbienti e facoltose per le quali un casale in Toscana o un appartamento a Firenze o Venezia rappresenta solo un elemento in più di uno status symbol, non ci sono esempi in cui l’offerta del patrimonio immobiliare e rivolta ad una collettività  di ceto medio che può trarre vantaggi da un soggiorno prolungato in Italia.

Si creerebbe una condizione non solo di sviluppo economico , ma di scambi di prodotti e di cultura , una economia circolare che ci renderebbe più europei meno rinchiusi nei nostri confini talvolta anche soltanto regionali.

Nelle grandi città la crisi immobiliare risente, oltre della grave crisi economica , di mali con radici più profonde che solo un intervento legislativo rivoluzionario  può curare.

I prezzi gonfiati del precedente decennio, all’avvicinarsi della crisi, non hanno lasciato il posto a ragionevoli stime di mercato, ma ad una situazione di schizofrenia in cui in alcuni casi i prezzi sono troppo abbattuti ed in altri mantengono cifre fuori mercato.

Il Blocco che si riscontra è dovuto alla carenza di investitori, il bene immobiliare  non rappresenta piu una sicurezza ma una serie di rischi.

Troppo alta la tassazione, esclusa la prima casa, troppo lungo il tempo per rientrare in possesso dell’immobile in caso di sfratto, ed i pochi bonus sulla ristrutturazione hanno dato scarsi risultati, impossibile la competizione con altre città europee.

Diventa difficile pensare di risolvere un dilemma del genere se i governi futuri non inventeranno o copieranno dagli altri Paesi misure incentivanti e rassicuranti per chi vuole mettere denaro sul mattone.

di Nicoletta Benigni